Timorasso Testing/Tasting Panel

Luca Risso 2010-10-15T20:41:36+00:000000003631201010 Vino @it

timorasso

La possibilità di testare un nuovo vino, una anteprima enologica attraverso un panel di degustatori/appassionati è sempre una sfida per un produttore; Paolo Ghislandi di Cascina Carpini a queste sfide oramai è abituato, vincendole sempre.

Il nuovo nato della Cascina è  un vino bianco spumante, ottenuto da uve Timorasso, vitigno a bacca bianca principe del territorio tortonese.

A lanciare e organizzare il Testing/Tasting panel è stato questa volta Andrea Petrini autore del blog Percorsi di Vino.

Chiaror sul Masso 2009 è uno spumante da uve timorasso in purezza, della vendemmia 2008 e sviluppa un tenore alcolico del 13% Vol.

L’uva è stata vendemmiata in due tempi, la prima parte a fine Agosto, la seconda a fine Settembre 2008.  Entrambe le masse hanno subito estrazione a freddo (prefermentativa) per circa 48 ore in vasche di acciaio a temperatura controllata. La fermentazione è partita spontaneamente a bassa temperatura ed ha proseguito per circa 3 settimane lentamente. La permanenza sulle fecce fini è stata mantenuta fino Aprile 2009 quando poi il vino si è chiarificato per sedimentazione.

La rifermentazione ha proceduto per circa un mese in autoclave secondo il metodo Martinotti lungo al termine del quale si è proceduto a microfiltrazione in acciaio alla fine di agosto 2010.

Non esistendo un termine di paragone per un vino del genere, me ne sono inventato uno accostando alla degustazione la bottiglia di Paolo a una piccola leggenda fra gli spumanti italiani non da metodo classico, e cioè il Prosecco brut Frozza Rive di Colbertaldo 2009 (11,5°).

La mia impressione è stata quella di un vino dai bei profumi fruttati e agrumati, con una leggera ma distinta vena minerale, con un naso insomma pulito e convincente. Più su toni floreali Frozza, con un leggero idrocarburo in sottofondo, meno piacevole tutto sommato rispetto al Timorasso.

In bocca al contrario Frozza ha mostrato maggiore grinta e carattere, con una persistenza superiore e un maggiore equilibrio. Leggermente “sfuggente” invece Timorasso, a cui avrei chiesto una migliore spalla acida.

Luk

: Cascina Carpini, Chiaror sul Masso, metodo martinotti, spumante, Timorasso, Tortona

“Timorasso Testing/Tasting Panel”

  1. Paolo Carlo :

    Innanzitutto grazie per la fiducia a priori che ti ha portato a voler assumere come termine di confronto “una piccola leggenda”.. non solo mi lusinga, ma rende ancora più interessante il risultato :-)
    Ho apprezzato le tue ottime osservazioni per le quali ti ringrazio e sicuramente ne farò tesoro già nella preparazione della base 2009.
    Grazie ancora
    Ciao
    Paolo

  2. andrea petrini :

    Luca potresti mettere il link o il commento sul mio blog in modo da accorpare tutti i risultati.

    grazie