Tramin Nussbaumer 2003

Bacca 2005-03-03T12:57:00+00:000000000031200503 Degustazioni di vino

Tramin – Cantina sociale Termeno
AA Gewurtztraminer Nussbaumer 2003
14%
Circa E17 in enoteca

Buono ma un po’ stancante…


Il Nussbaumer e’ considerato uno dei migliori GT italiani. Superpremiato tutti gli anni dalle guide, resta un vino con un buon rapporto prezzo qualita’ dato che generalmente sta sotto i 20 euro in enoteca.
Al naso molto aromatico con sentori di pesca e di rosa, intensissimo, non particolarmente complesso, almeno a mia sensazione. In bocca si ripete l’esperienza: molto intenso, anche lungo, bello minerale, ma forse un po’ monocorde e sicuramente “grassoccio” con i suoi 14% di alcol e acidita’ abbanza limitata, peraltro parzialmente compensata da una buona sapidita'; se il vino sale giusto un po’ di temperatura, peggiora clamorosamente. E’ un po’ una caratteristica del vitigno, ma tanta materia limita un pochino la bevibilita’.

Se dovessi mettere una scheda a punti probabilmente un vino che si aggira sugli 88-90/100 pero’ questi punteggi non rendono conto della “bevibilita'” dei prodotti, che probabilmente dovrebbero avere una parte del giudizio. Questo potrebbe essere un buon argomento di discussione e revisione di una scheda a punteggio…

bacca

“Tramin Nussbaumer 2003”

  1. Danilo :

    Ciao
    sono d’accordo su tutto. Questo vino mi da esattamente la stessa sensazione. Soprattutto al salire della temperatura – che su questo vino diventa fondamentale – sale anche quella sensazione di stucchevolezza che lo rende un po’ … ‘pesante’.
    Quanto alla revisione della scheda, immagino quella AIS, per introdurre il concetto di bevibilità è uno spunto interessante. Premesso che non credo che la scheda possa essere rivista prima di 10 o 15 anni (…) chiedo quali … valori potrebbe avere il fattore bevibilità: 3? (poco, abbastanza,molto); 5? (pesante, legg. stucchevole, gradevole, beverino, ?????)

    Ciao

  2. Marco Baccaglio :

    Forse per “contabilizzare” la bevibilita’ si potrebbe mettere una penalizzazione fino a max 3-4 punti per i vini considerati poco bevibili, visto che quelli bevibili tendono comunque ad essere premiati nella degustazione.
    Cioe’, se questo Nussbaumer vale 90 sulla scheda a punti, forse 87-88 e’ il suo voto giusto considerando la “scarsa” bevibilita’… mah…

    bacca

  3. danilo :

    Torno a proposito del Nussbaumer 2003. Bevuto di recente ad una degustazione cieca ho affermato “se questo è il Nussbaumer mi tolgo i calzoni e faccio il giro del tavolo”
    Mi hanno graziato, i miei amici di bevuta, ma la sorpresa è stata veramente tanta: il 2003 non ha, almeno quella bottiglia, la grassezza e la ‘pesantezza’ (magari è una parola un po’ grossa) che si ricorda. Certo è intenso ma non eccessivo e dotato di sentori più marcatamente freschi e minerali.
    La mia poca esperienza me l’ha comunque reso irriconoscibile.
    I pantaloni me li sono tenuti ma coglio proprio fare una mini-verticale al più presto.

    Danilo

  4. andrea gori :

    grandioso vino, direi l’unico che ha come sentore riconoscibile quello di frumento di birra weisse! concordo su chi lo trova un pò stancante ma come vino da meditazione tra i bianchi ha pochissimi rivali